logo
fondazione_sasso_corbaro_web2

Premio Venka

Il Consiglio della Fondazione Sasso Corbaro, in collaborazione con la SUPSI, Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana, mette a concorso, per l’anno 2021 (anno scolastico 2020/21), i seguenti sussidi di studio in ricordo di Venka Miletic, deceduta a Lugano nell’aprile del 2013 all’età di 62 anni.

 

Premio

N. 1 “Premio Venka Miletic” dell’importo di chf 5.000= destinato a studenti Supsi autori di una tesi di laurea triennale o un lavoro di diploma in ambito sanitario / sociale / economico nella quale siano ravvisati elementi di autentico interesse per tematiche inerenti le Medical humanities e/o l’etica clinica e/o la salute pubblica.

Borsa di studio

N. 1 “Borsa di studio in memoria di Venka Miletic” dell’importo di chf 5.000= destinata a studenti iscritti al CAS dell’USI, La comunicazione come strumento di cura, organizzato dalla Fondazione Sasso Corbaro.

La Fondazione Sasso Corbaro, fondata nel 2000 su iniziativa di medici, imprenditori e studiosi, ha lo scopo di promuovere lo studio, l’insegnamento e la ricerca nel campo dell’umanesimo e dell’etica clinica.

Il Premio di cui al presente bando ha lo scopo di dare visibilità e gratificazione a lavori che contribuiscano a diffondere, in ambito sanitario e assistenziale, una interpretazione umanistica della delicata relazione curante/paziente.

La Borsa di studio ha lo scopo di agevolare il percorso scolastico di studenti orientati a praticare, nella loro esperienza professionale, i principi Medical humanities.

I Sussidi di studio in memoria di Venka Miletic sono compatibili con altri premi o assegni di studio. Le domande, redatte sull’apposito formulario che si trova di seguito, dovranno pervenire alla Segreteria della Fondazione, unitamente alla documentazione richiesta entro il 31 dicembre 2021.

La scelta dei candidati

Una giuria composta da tre membri, di cui due interni alla Fondazione e uno esterno, valuterà gli elaborati, con giudizio insindacabile, sulla base dei seguenti criteri di massima.

Per le tesi di laurea e lavori di diploma:

  • originalità delle argomentazioni;
  • chiarezza espositiva;
  • coerenza con le finalità del bando;
  • appropriatezza e varietà delle fonti;
  • curriculum vitae e studiorum.

Per la borsa di studio:

  • risultati conseguiti dal candidato/a durante il suo percorso di studio;
  • sensibilità e propensione del candidato/a per le tematiche Medical humanities, con particolare
    attenzione al rapporto paziente-curante.
  • curriculum vitae e studiorum.

In caso di adesioni insufficienti o di lavori ritenuti non idonei la giuria si riserva la facoltà di non assegnare il Premio o la Borsa.
In caso di attribuzione del Premio o della Borsa il/la candidato/a si impegna a presenziare alla cerimonia di premiazione. In caso di suo impedimento, si impegna a indicare un delegato che ritirerà il premio in sua vece.

Come candidarsi

Per partecipare all’assegnazione dei sussidi di studio i candidati dovranno inviare alla Segreteria della Fondazione Sasso Corbaro la seguente documentazione:

Per le tesi di laurea e lavori di diploma:

  • L’elaborato in formato elettronico, eventualmente accompagnato da una sintesi in formato
    cartaceo di massimo 2.500 parole.
  • Breve curriculum vitae e, se ritenuto opportuno, eventuale documentazione atta a rappresentare
    il proprio percorso formativo.
  • Fotocopia di un documento di identità.
  • Autorizzazione alla eventuale pubblicazione a titolo gratuito della tesi o della sintesi sulla Rivista
    per le Medical Humanities della Fondazione Sasso Corbaro.

Per la borsa di studio:

  • Attestato di frequenza o titolo di studio conseguito.
  • Curriculum vitae e curriculum studiorum.
  • Fotocopia di un documento di identità.
  • Una nota biografica che fornisca, anche sulla base di eventuali esperienze dirette o di attestazioni
    di insegnanti o superiori, indicazioni utili a chiarire i seguenti punti della personalità del
    candidato/a:

 

  • Come ha maturato sensibilità e interesse per le tematiche inerenti le Medical humanities.
  • Perché ritiene che un approccio Medical humanities possa migliorare le condizioni del paziente e il rapporto paziente/curante.
  • Come ritiene di realizzare un approccio Medical humanities nella sua attività professionale presente o futura.

Studenti premiati

ERRORE: Compila i campi obbligatori!