Ciclo di conferenze

3, 10, 24 fabbraio; 3, 10 marzo 2021

ore 20:00 - 21:30

Live streaming su Facebook e Zoom

 Locandina

Le parole della pandemia, 3: negazionismo e vaccini | Lessico etico-storico
Le parole della pandemia, 3: negazionismo e vaccini | Lessico etico-storico

Il ciclo «Le parole della pandemia», promosso dalla Fondazione Sasso Corbaro nell’intento di aiutare a comprendere meglio la terminologia più diffusa durante la pandemia da COVID-19, torna da voi con un nuovo tema: dopo le serate sul «Lessico medico» - che ci hanno condotto alla scoperta di vocaboli come ‘triage’, ‘immunità di gregge’, ‘tracheotomia’ o ‘intubazione’ - e quelle dedicate al «Lessico sociale» - attraverso le quali abbiamo osservato da vicino concetti come ‘libertà individuale vs. collettiva’, ‘smart living’ e ‘comunicazione mediatica’ - sarà la volta del «Lessico etico- storico». Che cosa significano esattamente queste parole, e quale è il loro utilizzo in relazione all’’emergenza sanitaria? 

____________________________________

Programma

03.02.2021
I vaccini: uno sguardo storico

Bernardino Fantini, biochimico e storico, professore emerito di Storia della Medicina, Università di Ginevra;
dialoga con Michela Daghini giornalista RSI.

10.02.2021
Etica dei vaccini vs. etica della vaccinazione

Simone Romagnoli, filosofo ed etico, segretario scientifico della Commissione Nazionale di Etica;
dialoga con Aldo Sofia, giornalista.

24.02.2021
Per una storia del negazionismo

Donatella Lippi, professoressa ordinaria di Storia della Medicina, Università di Firenze;
dialoga con Cristina Savi, giornalista RSI.

03.03.2021
Fra negazionismo e religione

Daria Pezzoli Olgiati, professoressa ordinaria di Scienze delle religioni, Università di Monaco di Baviera LMU;
dialoga con Pietro Snider, dottore in filosofia.

Il ciclo «Le parole della pandemia», promosso dalla Fondazione Sasso Corbaro nell’intento di aiutare a comprendere meglio la terminologia più diffusa durante la pandemia da COVID-19, torna da voi con un nuovo tema: dopo le serate sul «Lessico medico» - che ci hanno condotto alla scoperta di vocaboli come ‘triage’, ‘immunità di gregge’, ‘tracheotomia’ o ‘intubazione’ - e quelle dedicate al «Lessico sociale» - attraverso le quali abbiamo osservato da vicino concetti come ‘libertà individuale vs. collettiva’, ‘smart living’ e ‘comunicazione mediatica’ - sarà la volta del «Lessico etico- storico». Che cosa significano esattamente queste parole, e quale è il loro utilizzo in relazione all’’emergenza sanitaria? 

____________________________________

Programma

03.02.2021
I vaccini: uno sguardo storico

Bernardino Fantini, biochimico e storico, professore emerito di Storia della Medicina, Università di Ginevra;
dialoga con Michela Daghini giornalista RSI.

10.02.2021
Etica dei vaccini vs. etica della vaccinazione

Simone Romagnoli, filosofo ed etico, segretario scientifico della Commissione Nazionale di Etica;
dialoga con Aldo Sofia, giornalista.

24.02.2021
Per una storia del negazionismo

Donatella Lippi, professoressa ordinaria di Storia della Medicina, Università di Firenze;
dialoga con Cristina Savi, giornalista RSI.

03.03.2021
Fra negazionismo e religione

Daria Pezzoli Olgiati, professoressa ordinaria di Scienze delle religioni, Università di Monaco di Baviera LMU;
dialoga con Pietro Snider, dottore in filosofia.

Convegno

11 marzo 2021
dalle 16.00 alle 18.15

12 marzo 2021
dalle 8.30 alle 13.00
– dalle 14.15 alle 18.00

Online

 Pieghevole

2° Convegno di Neuroetica
2° Convegno di Neuroetica

Siamo lieti di invitarvi alla seconda edizione del Convegno di Neuroetica organizzato dalla Fondazione Sasso Corbaro e dal Neurocentro della Svizzera Italiana, in collaborazione con la “Settimana del Cervello della Svizzera Italiana”, la Commissione di Etica clinica dell’Ente Ospedaliero Cantonale e l’Università della Svizzera Italiana. L’appuntamento di quest’anno ha lo scopo di farci riflettere sull’idea di coscienza e, in modo particolare, sui suoi stati di alterazione. 

Nel corso del primo pomeriggio ci dedicheremo ad esplorare l’idea di coscienza da un punto di vista clinico, psicologico e filosofico.
La coscienza (“Enciclopedia Treccani; www.treccani.it”), infatti, può essere definita come la consapevolezza che il soggetto ha di sé stesso e del mondo esterno con cui è in rapporto, della propria identità e del complesso delle proprie attività interiori. 

I medici si occupano di capire i limiti e di valutare se e quando una persona sia sveglia ed abbia la capacità di realizzare il mondo circostante, verificando la volontarietà e la coscienza delle sue azioni. La nosolologia in questo ambito è in costante evoluzione, tuttavia i confini rimangono non sempre ben delineabili. Per esempio quando una persona non è più in grado di comunicare, come stabilire il suo grado di coscienza? I progressi della tecnologia in ambito neurologico offrono stimolanti spunti di riflessione su questi temi, ma al momento attuale quali risposte riescono a fornirci, quali nuove domande ci possono porre, in particolare rispetto ai temi etici e morali? 

Nel corso della seconda giornata, esamineremo gli stati di alterazione transitoria della coscienza in ambito fisiologico (sonno) e patologico (l’epilessia, i disturbi psichici, il coma) nonché gli stati di alterazione della coscienza persistente (come per esempio in esito di lesioni cerebrali) o progressivi come nel caso delle demenze. 

I relatori ci forniranno una panoramica multidisciplinare riguardante questi ambiti con il contributo di situazioni cliniche esemplificative fino a trattarne gli aspetti giuridici soprattutto stimolare una discussione degli aspetti etici. 

Infine verranno trattate le tematiche morali riguardanti la dignità dei pazienti, infatti nel caso di gravi patologie neurologiche è essa ancora da intendere come “espressione della libertà dello spirito” (Friedrich Schiller)? E fino a che punto si può mantenere la dignità definita da Cartesio come lo “star bene con se stessi” ed il libero arbitrio? 

Questi ed altri interrogativi fondamentali nello sviluppo del pensiero dell’uomo dei nostri tempi, saranno sicuramente oggetto di una stimolante discussione fra i diversi relatori presenti ed il pubblico. 

____________________________________

Programma
Coscienza e stati di alterata coscienza. Aspetti generali, clinici ed etici 


GIOVEDÌ 11 MARZO | 16.00-18.15 

Introduzione al concetto di coscienza 
16.00 Saluto (Roberto Malacrida)
Moderazione (Claudio Städler) 

16.15-17.00 Introduzione generale (Claudio Städler) 

17.00-17.45 Approccio clinico – neurologico: le alterazioni degli stati di coscienza (Andrea Rossetti) 

17.45-18.15 La coscienza del filosofo (Pietro Snider)

20.00 Film con introduzione (dettagli a seguire) 


VENERDÌ 12 MARZO | 08.30-13.00

Stati transitori di alterata coscienza (epilettici, a matrice psichiatrica, in sonno) 
Moderazione (Claudio Städler) 

08.30-08.50 Aspetti neurologici (Chiara Prosperetti) 

08.50-09.10 Casi clinici (Letizia Panicari) 

09.10-09.30 Ricerca. Il sonno: stato di coscienza e dissociazione di stato (Mauro Manconi) 

Moderazione (Mauro Manconi)
09.30-10.00 Aspetti psichiatrico - forensi (Carlo Calanchini)

10.00-10.30 Aspetti etico-filosofici (Andrea Lavazza)

10.30-10.45 Discussione 

Stato Vegetativo Persistente e Stato di Minima Coscienza 
Moderazione (Paolo Merlani)

11.00-11.30 Stato dell’arte (Nicola Latronico)

11.30-11.50 Casi clinici (Paolo Rossi)

11.50-12.30 Ricerca (Martin Monti)

12.30-13.00 Aspetti etici (Bernard Baertschi) 


VENERDÌ 12 MARZO | 14.15-18.00 

Demenze 
Moderazione (Emiliano Albanese) 

14.15-14.45 Introduzione. Demenze e consapevolezza di malattia (Leonardo Sacco) 

14.45-15.00 Casi clinici (Leonardo Sacco)

15.00-15.30 Capacità decisionale in relazione al grado di demenza (Pier Luigi Quadri)

15.30-15.45 Casi clinici (Pier Luigi Quadri)

15.45-16.15 Ricerca (Marcello Ienca)

16.15-16.45 Aspetti etici (Gianfranco Mormino) 

17.00-18.00 Conclusioni etiche e discussione finale (introdotta da Bernardino Fantini) 


____________________________________


Crediti richiesti 
Società Svizzera di Neurologia (SNG)
3 crediti (per l’11.03.2021) 8 crediti (12.03.2021) 

Informazioni 
Fondazione Sasso Corbaro | Via Lugano 4a | 6500 Bellinzona +41 (0)91 811 14 25 | federica.merlo@sasso-corbaro.ch
Per partecipare al Convegno, accedere al seguente link: 11 marzo webinar | 12 marzo webinar 

In collaborazione con 
Commissione di etica clinica dell’EOC
settimana del cervello della Svizzera Italiana
Università della Svizzera Italiana
 

Siamo lieti di invitarvi alla seconda edizione del Convegno di Neuroetica organizzato dalla Fondazione Sasso Corbaro e dal Neurocentro della Svizzera Italiana, in collaborazione con la “Settimana del Cervello della Svizzera Italiana”, la Commissione di Etica clinica dell’Ente Ospedaliero Cantonale e l’Università della Svizzera Italiana. L’appuntamento di quest’anno ha lo scopo di farci riflettere sull’idea di coscienza e, in modo particolare, sui suoi stati di alterazione. 

Nel corso del primo pomeriggio ci dedicheremo ad esplorare l’idea di coscienza da un punto di vista clinico, psicologico e filosofico.
La coscienza (“Enciclopedia Treccani; www.treccani.it”), infatti, può essere definita come la consapevolezza che il soggetto ha di sé stesso e del mondo esterno con cui è in rapporto, della propria identità e del complesso delle proprie attività interiori. 

I medici si occupano di capire i limiti e di valutare se e quando una persona sia sveglia ed abbia la capacità di realizzare il mondo circostante, verificando la volontarietà e la coscienza delle sue azioni. La nosolologia in questo ambito è in costante evoluzione, tuttavia i confini rimangono non sempre ben delineabili. Per esempio quando una persona non è più in grado di comunicare, come stabilire il suo grado di coscienza? I progressi della tecnologia in ambito neurologico offrono stimolanti spunti di riflessione su questi temi, ma al momento attuale quali risposte riescono a fornirci, quali nuove domande ci possono porre, in particolare rispetto ai temi etici e morali? 

Nel corso della seconda giornata, esamineremo gli stati di alterazione transitoria della coscienza in ambito fisiologico (sonno) e patologico (l’epilessia, i disturbi psichici, il coma) nonché gli stati di alterazione della coscienza persistente (come per esempio in esito di lesioni cerebrali) o progressivi come nel caso delle demenze. 

I relatori ci forniranno una panoramica multidisciplinare riguardante questi ambiti con il contributo di situazioni cliniche esemplificative fino a trattarne gli aspetti giuridici soprattutto stimolare una discussione degli aspetti etici. 

Infine verranno trattate le tematiche morali riguardanti la dignità dei pazienti, infatti nel caso di gravi patologie neurologiche è essa ancora da intendere come “espressione della libertà dello spirito” (Friedrich Schiller)? E fino a che punto si può mantenere la dignità definita da Cartesio come lo “star bene con se stessi” ed il libero arbitrio? 

Questi ed altri interrogativi fondamentali nello sviluppo del pensiero dell’uomo dei nostri tempi, saranno sicuramente oggetto di una stimolante discussione fra i diversi relatori presenti ed il pubblico. 

____________________________________

Programma
Coscienza e stati di alterata coscienza. Aspetti generali, clinici ed etici 


GIOVEDÌ 11 MARZO | 16.00-18.15 

Introduzione al concetto di coscienza 
16.00 Saluto (Roberto Malacrida)
Moderazione (Claudio Städler) 

16.15-17.00 Introduzione generale (Claudio Städler) 

17.00-17.45 Approccio clinico – neurologico: le alterazioni degli stati di coscienza (Andrea Rossetti) 

17.45-18.15 La coscienza del filosofo (Pietro Snider)

20.00 Film con introduzione (dettagli a seguire) 


VENERDÌ 12 MARZO | 08.30-13.00

Stati transitori di alterata coscienza (epilettici, a matrice psichiatrica, in sonno) 
Moderazione (Claudio Städler) 

08.30-08.50 Aspetti neurologici (Chiara Prosperetti) 

08.50-09.10 Casi clinici (Letizia Panicari) 

09.10-09.30 Ricerca. Il sonno: stato di coscienza e dissociazione di stato (Mauro Manconi) 

Moderazione (Mauro Manconi)
09.30-10.00 Aspetti psichiatrico - forensi (Carlo Calanchini)

10.00-10.30 Aspetti etico-filosofici (Andrea Lavazza)

10.30-10.45 Discussione 

Stato Vegetativo Persistente e Stato di Minima Coscienza 
Moderazione (Paolo Merlani)

11.00-11.30 Stato dell’arte (Nicola Latronico)

11.30-11.50 Casi clinici (Paolo Rossi)

11.50-12.30 Ricerca (Martin Monti)

12.30-13.00 Aspetti etici (Bernard Baertschi) 


VENERDÌ 12 MARZO | 14.15-18.00 

Demenze 
Moderazione (Emiliano Albanese) 

14.15-14.45 Introduzione. Demenze e consapevolezza di malattia (Leonardo Sacco) 

14.45-15.00 Casi clinici (Leonardo Sacco)

15.00-15.30 Capacità decisionale in relazione al grado di demenza (Pier Luigi Quadri)

15.30-15.45 Casi clinici (Pier Luigi Quadri)

15.45-16.15 Ricerca (Marcello Ienca)

16.15-16.45 Aspetti etici (Gianfranco Mormino) 

17.00-18.00 Conclusioni etiche e discussione finale (introdotta da Bernardino Fantini) 


____________________________________


Crediti richiesti 
Società Svizzera di Neurologia (SNG)
3 crediti (per l’11.03.2021) 8 crediti (12.03.2021) 

Informazioni 
Fondazione Sasso Corbaro | Via Lugano 4a | 6500 Bellinzona +41 (0)91 811 14 25 | federica.merlo@sasso-corbaro.ch
Per partecipare al Convegno, accedere al seguente link: 11 marzo webinar | 12 marzo webinar 

In collaborazione con 
Commissione di etica clinica dell’EOC
settimana del cervello della Svizzera Italiana
Università della Svizzera Italiana
 

switcher