6° Convegno

Bellinzona, Monte Carasso
Antico Convento delle Agostiniane*

15 ottobre 2020

 Programma
 Presentazione

 

Curare la notte, curare di notte. Prendersi cura dei curanti 4.
Curare la notte, curare di notte. Prendersi cura dei curanti 4.

«La notte è calda, la notte è lunga, la notte è magnifica per ascoltare storie». 
Antonio Tabucchi 

Nel silenzio e nella solitudine della notte sorgono molto suoni, voci, molti mondi che attendono di dialogare. Un dialogo a volte difficile. Molti di noi raccontano la loro esperienza di curanti della notte, esponendosi a potenziali rischi per il benessere psico-fisico. Come curare allora di notte limitando le conseguenze negative sul piano personale? Durante la notte inoltre, ma non solo, il curante si imbatte in zone d’ombra dove la comprensione dell’esperienza di cura, del Sé e dell’Altro viene a mancare, compromettendo la capacità di agire e persino la relazione terapeutica. Diventa quindi imperativo curare la notte, fare chiarezza rispetto al buio di fronte a Sé e nell’incontro con l’Altro. Nel corso della giornata, le relazioni plenarie e in seguito i laboratori esperienziali permetteranno di elucidare alcuni aspetti della cura di sé in quanto curante della notte e del buio come strumento di conoscenza di sé, dell’altro e della relazione di cura. 

Il Convegno è aperto sia ai professionisti della salute e della cura, sia al grande pubblico. 

Iscrizione obbligatoria entro l’8 ottobre 2020 a fondazione@sasso-corbaro.ch
CHF 120.- standing lunch incluso

*N.B. Qualora la situazione sanitaria non dovesse permettere di incontrarci dal vivo, il Convegno si svolgerà per via digitale. Per qualsiasi informazione vogliate gentilmente rivolgervi a fondazione@sasso-corbaro.ch

«La notte è calda, la notte è lunga, la notte è magnifica per ascoltare storie». 
Antonio Tabucchi 

Nel silenzio e nella solitudine della notte sorgono molto suoni, voci, molti mondi che attendono di dialogare. Un dialogo a volte difficile. Molti di noi raccontano la loro esperienza di curanti della notte, esponendosi a potenziali rischi per il benessere psico-fisico. Come curare allora di notte limitando le conseguenze negative sul piano personale? Durante la notte inoltre, ma non solo, il curante si imbatte in zone d’ombra dove la comprensione dell’esperienza di cura, del Sé e dell’Altro viene a mancare, compromettendo la capacità di agire e persino la relazione terapeutica. Diventa quindi imperativo curare la notte, fare chiarezza rispetto al buio di fronte a Sé e nell’incontro con l’Altro. Nel corso della giornata, le relazioni plenarie e in seguito i laboratori esperienziali permetteranno di elucidare alcuni aspetti della cura di sé in quanto curante della notte e del buio come strumento di conoscenza di sé, dell’altro e della relazione di cura. 

Il Convegno è aperto sia ai professionisti della salute e della cura, sia al grande pubblico. 

Iscrizione obbligatoria entro l’8 ottobre 2020 a fondazione@sasso-corbaro.ch
CHF 120.- standing lunch incluso

*N.B. Qualora la situazione sanitaria non dovesse permettere di incontrarci dal vivo, il Convegno si svolgerà per via digitale. Per qualsiasi informazione vogliate gentilmente rivolgervi a fondazione@sasso-corbaro.ch

switcher